Agriturismo

 

indietro

.

 

 

Capo d'Orlando

 

L'antica Agatirno, fondata ai tempi della guerra di Troia, come vuole la leggenda, proprio dal figlio di Eolo, da cui prese il nome, si incunea, da secoli, bella e spavalda, verso il Tirreno.

 

Il faro All'estrema punta del suo territorio si erge il faro, suggestivo e romantico, proprio sotto il monte dove il Santuario e i ruderi del Castello di Orlando sottolineano le origini medievali dell'attuale Capo d'Orlando.

 

Tremila anni, tra storia e leggenda, che hanno lasciato il segno sul territorio. Da questi scorci storici, tra le realtà patrizie della Villa di Bagnoli fino ai ritrovamenti delle Cave di Mercadante, dalla leggenda dei culti Dionisiaci ai canti dei pescatori che ricordano le incursioni saracene, fino ai nostri giorni, passando attraverso l'epopea di Tomasi di Lampedusa, c'è un comune denominatore: il mare, che a Capo d'Orlando, da sempre, è stato presente nella realtà, prima commerciale ed oggi sempre più turistica del paese. Un mare caldo, incontaminato, che abbraccia e che si lascia amare come la gente di questi luoghi, ospitale e cordiale. Un mare che qui immediatamente ha fondali profondi e pescosi, che si popola di notte di luci, suoni, rituali magici, che porta alla Eolie, diventando fonte d'ispirazione per poeti e pittori.

 

Cultura, musica, sport, grandi eventi artistici e di costume sono sempre presenti nel calendario delle manifestazioni turistiche della cittadina.

La spiaggia di Capo d'Orlando