Agriturismo

 

indietro

.

 

 

San Marco d'Alunzio.

 

A 500 m slm, col Mar Tirreno a fronte e i Nebrodi alle spalle, sorge S. Marco d'Alunzio. Secondo diversi autori classici la sua fondazione Ŕ dovuta ai profughi troiani seguaci di Enea e guidati da Tempio di Ercole, IV sec. a.C. Patro che, scampati alla distruzione di Troia e alla presa di Ilio, sulla rotta per il Lazio approdarono lungo le rive del fiume Rosmarino. Altri sostengono che al passaggio di Patro, Aluntio fosse giÓ edificata; Alicarnasso scrisse che Patro con i Turij abit˛ ad Aluntio, non giÓ che "fond˛" Aluntio, secondo questa tesi la sua fondazione risultata pi¨ antica, forse opera dei Sicani.

 

Il tempo ha attraversato questa collina sospesa tra il cielo ed il mare arricchendola di arte,Affresco bizantino "Dei quattro dottori" cultura, storia. Le civiltÓ che vi hanno dimorato e che chiamiamo greche, romane, bizantine, arabe, normanne, barocche... hanno innalzato templi, monasteri, castelli, torri e campanili. Hanno scolpito statue, dipinto ed affrescato pareti che oggi rappresentano il tesoro pi¨ grande custodito da questa ospitale cittadina cui la storia ha insegnato ad essere tollerante e cosmopolita: in San Marco convissero a lungo, civilmente, arabi e giudei. 

 

Durante l'Impero Romano, "Aluntium" conobbe un periodo di grande splendore di cui esiste testimonianza in una vasta letteratura epigrafica.

Fu CittÓ Stato col diritto di battere moneta; divenne Municipium Aluntinorum e Caio Cornelio Verre, scrisse Cicerone, si impadroný del tesoro aluntino. 

Sarcofago dei Filangeri, 1481

 

Durante la signoria di Sancho d'Aragona, il 2 settembre 1398 Re Martino e la Regina Maria concessero ad Abbo Filangeri S. Marco, che rimase in loro signoria sino alla fine del feudalesimo in Sicilia.